language:

  Nessun effetto collaterale indesiderato
Le concentrazioni sistemiche sono assolutamente trascurabili, grazie anche alla non invasività del metodo (impatto sistemico circa dello 0,04%!).

  Veicolaz di maggiore quantità di farmaco

L'impiego del ghiaccio permette un uso più intenso della corrente per veicolare maggiori quantità di principio

attivo, più del 60-80% rispetto alle metodiche tradizionali. 

  Alta concentrazione del farmaco a destin

Il principio attivo penetra oltre le barriere dell'epidermide e raggiunge in concentrazioni

terapeuticamente efficaci la zona da curare.

  Penetrazione e assorbimento del farmaco

Correnti oscillanti veicolano facilmente verso la zona interessata quantità di farmaco

fino agli strati più profondi (6-8 cm). 

  Maggiore efficacia del principio attivo

L’effetto vasocostrittore, dovuto al ghiaccio, impedisce la prematura rimozione del farmaco che altrimenti si disperderebbe velocemente.

  Brevità del trattamento

Precisione, profondità e concentrazione nella veicolazione del farmaco riducono il numero delle sedute necessarie alla terapia e al mantenimento.

La metodica terapeutica messa a punto e brevettata in tutto il mondo dalla Aloisi Instruments Research s.r.l., società di ricerca scientifica specializzata nell'ingegneria di tecniche e apparecchiature medicali rappresenta un'applicazione altamente innovativa comunemente usata nel

trattamento di forme patologiche a carattere locale. Grazie a una corrente elettrica, con la Crioelettroforesi sostanze medicamentose idrosolubili e ionizzabili appositamente ghiacciate, vengono introdotte per via transcutanea in modo mirato e profondo. La specifica apparecchiatura utilizza una particolare corrente pulsata, che serve a ionizzare il farmaco opportunamente congelato, in modo che esso penetri nella zona da trattare, consentendone l'assorbimento a livelli di profondità e in quantità finora impensabili, con un impatto sistemico praticamente nullo.

La Crioelettroforesi serve dunque all'introduzione e al trasporto localizzato del farmaco o del principio attivo naturale, proprio come una siringa serve a introdurreil farmaco per via sistemica. E' quindi il farmaco e non l'apparecchiatura che, grazie aquesta tecnica di straordinaria efficacia,
cura l'affezione. Per questo motivo laCrioelettroforesi è di uso praticamente illimitato per le affezioni localizzate e,quindi, una delle più importanti innovazioni nell'ambito terapeutico-medicale.

 

Aloisi Instrument Research © Copyright 2004 • powered by netskin.net